Guasti Fibra ed Adsl: Consigli Pratici per Individuarli

Come evitare i guasti fibra ed adsl? In questo articolo sui guasti fibra troverai:

  • Con quali parametri vengono misurate le connessioni
  • Quali caratteristiche della rete causano un degrado.
  • Quali elementi in casa interferiscono con la linea.
  • Quali sono le cause dei guasti fibra più comuni.

Le connessioni fibra e vdsl sono soggette ai guasti ancor più delle linee dati classiche. Come abbiamo detto più volte infatti, più aumenta lavelocità più si riduce la tolleranza ai disturbi ed alle interferenze.

In questa guida troverai quali sono i fattori che maggiormente influiscono sulla qualità della tua connessione. Dapprima analizzeremo quelli legati alla rete telefonica ed in seguito quelli che intervengono sul tuo impianto interno.

Inoltre prenderemo ad esempio alcuni dei guasti fibra più comuni spiegando da cosa sono causati e come è possibile risolverli.

Guasti adsl: parametri di misurazione

Parlando di guasti fibra, per rete telefonica intendiamo tutto quello che c’è a monte dell’ingresso di linea in casa.

Senza scendere troppo sul tecnico vediamo innanzitutto in base a quali parametri vengono misurate le connessioni a banda larga.

  • Velocità di allineamento
  • Attenuazione e Rumore
  • Errori
  • Grafico qualità

Questi valori puoi visualizzarli nella pagina interna del modem. Qualunque sia il tuo, sul retro trovi sempre indicata la pagina di accesso e la password per entrare.

(esempio: 192.168.1.1 – password: admin)

Una volta dentro trovi queste informazioni in un pannello che di solito si chiama stato o statistiche (il nome può variare a seconda del modem)

Una verifica ancora più accurata può essere fatta da un tecnico di rete specializzato con uno strumento detto golden modem.

VELOCITA DI ALLINEAMENTO

Si tratta di un valore che può essere espresso in decibel e il cui impatto sulla velocità della connessione ADSL è piuttosto significativo.

Per velocità di allineamento si intende la velocità di funzionamento concordata tra la centrale ed il modem.

È espressa in megabit al secondo (mbps) ed è sempre leggermente superiore della effettiva velocità rilevata da uno speed test.

ATTENUAZIONE E RUMORE

Spesso prendiamo per scontato avere l’Adsl in casa. Ma se ci si pensa bene fra la nostra abitazione e la centrale adsl a volte ci sta una notevole distanza, anche di parecchi chilometri e questo può creare una dispersione del segnale internet, insomma un rumore sulla linea telefonica.

Se la distanza fra centrale e il punto in cui è presente l’adsl è molto elevata il rischio di avere un segnale debole o con problemi è maggiore rispetto ad un adsl che si trova nelle vicinanze della centrale. Ma quali valori ha il margine di rumore della linea adsl?

L’attenuazione indica letteralmente l’abbassamento del segnale legato all’aumento della distanza dalla sorgente. Parte a 0 dalla centrale ed aumenta man mano che ci si allontana. Più il valore è basso più siamo vicini alla sorgente del segnale e quindi possiamo raggiungere velocità elevate.

Il margine di rumore indica la capacità della linea di sopportare disturbi ed interferenze. Più il valore è alto più la connessione sarà stabile e performante. Più ci si allontana dalla sorgente più la stabilità si abbassa.

Entrambi questi parametri sono espressi in decibel (db).

Margine di attenuazione db ADSL

Meno di 20 dB: la linea sarà veloce con una stabilità al massimo grado.
Da 20-20 dB: in questo caso la linea gode di un ottimo livello, non espresso al massimo grado, ma comunque ottimo.
Da 30-40 dB: iniziamo a scendere di qualità ma il segnale o la linea è ancora di buon livello.
Da 40-50 dB: con questi valori iniziamo ad entrare in un livello medio con una qualità inferiore.
Da 50-60 dB: in questo caso siamo ad un livello molto basso.
Da 60-65 dB: a questo punto ci troviamo nella situazione peggiore o borderline e si fa veramente fatica a connettersi ad internet.

ADSL2 – ADSL2+ Margine di attenuazione
Meno di 20 dB: stabilità ai massimi livelli e velocità perfetta.
Da 20-30 dB: velocità della linea ottima, anche se un po’ meno rispetto alla precedente.
Da 30-40 dB: buon livello di connessione
Da 40-50 dB: livello mediocre
Da 50-55 dB: la linea è di bassa qualità e si fa fatica ad avere stabilità.
Oltre 55 dB: praticamente inutilizzabile.

Dove trovare i valori SNR e la Line Attenuation

Il modem contiene un menu nel quale devi cercare la sezione che riguarda l’ADSL. In questa sezione trovi tutto ciò che riguarda i dati e il rapporti sullo stato della tua connessione. Cerca ora  il valore SNR e Line Attenuation.Se non trovi l’acronimo SNR probabilmente lo hanno inserito con un altro nome, quindi cerca il Noise Margin.

Ogni tipo linea telefonica, che permette di avere internet in casa (linea ADSL,  ha un rumore o disturbo e questo vale per qualsiasi gestore telefonico che sia TIM, Wind, Vodafone etc…

Questo rumore viene espresso in decibel, il Signal to Nois Ratio o SNR è un indicatore e serve proprio a quantificare in decibel il livello di rumore o disturbo presente sulla tua linea telefonica.

Il calcolo lo fa mettendo a confronto la potenza del rumore con quella del segnale e la cosa ideale è che il valore sia alto.

Anche l’attenuazione è quantificata in decibel. Ricordiamo una cosa: fra la centrale e il punto in cui usi l’adsl come il tuo ufficio o la tua abitazione, la trasmissione dei dati avviene attraverso un cavo di rame.

Vedi Anche:  Migliore Offerta Internet Fibra per la Tua Casa

Ora più lungo è questo cavo e più elevata e la distanza che devono percorrere questi dati, maggiore è il rischio di dispersione e perdita di segnale. L’attenuazione quindi serve a quantificare la perdita di questo segnale lungo il suo tragitto fra la centrale e la tua abitazione.

Quindi se il valore è alto è evidente che c’è una dispersione mentre se il valore è basso puoi stare tranquillo.

Allineamento adsl: con un filtro adsl è possibile risolvere i problemi di allineamento e di sincronizzazione.

ERRORI SULA LINEA ADSL

ERRORI FEC

Gli errori sono delle anomalie rilevate nella trasmissione di pacchetti tra la sorgente e la destinazione.

Gli errori lievi (fec) sono perlopiù dovuti alla distanza e sono corretti via software.

ERRORI CRC

Gli errori gravi (crc) sono causati da interferenze elettriche e portano a perdite di pacchetti e cadute di linea.

GRAFICO DI QUALITA

Il grafico di qualità (hlog) è un riepilogo delle caratteristiche principali della linea.

È una rappresentazione grafica in grado di dare informazioni dettagliate sulla linea comprese le eventuali interferenze dovute all’impianto interno.

Ora vediamo come questi parametri si comportano a seconda del tipo di connessione:

SUPER FIBRA

Da 300Mbps fino ad 1Giga
Le linee Super Fibra (fibra fino in casa) sono circuiti interamente ottici che non risentono della distanza.

Per ora l’unico limite è la copertura ancora non capillare.
È uno sviluppo di rete in continua espansione, se vuoi informarti sullo stato attuale puoi visitare Fibermap.

FIBRA

Da 20Mbps fino a 200Mbps
Le linee Fibra (fibra fino al cabinet) sono circuiti ibridi (ottico/rame) e risentono molto della distanza.

A seconda di quanto è lontano il Cab varia la velocità ottenibile:

  • Da 0 a 200mt – fino a 200Mbps
  • Da 200 a 400mt – fino a 100Mbps
  • Da 400 a 600mt – fino a 50Mbps
  • Da 600 a 1000mt – fino a 30Mbps

L’attenuazione parte a 0db sul cab e superato 1km diventa eccessiva, sopraggiungono gli errori e la linea diventa instabile o nel peggiore dei casi assente.

Il margine di rumore su queste linee è fissato a 6db già dalla sorgente.

Questo perché per raggiungere velocità così elevate su rame è necessario abbassare la tolleranza ai disturbi.

Adsl

Da 2Mbps fino a 20Mbps
Le linee Adsl risentono della distanza, ma grazie a velocità inferiori riescono ad essere stabili anche oltre i 3,5km

A seconda di quanto è lontano la Centrale varia la velocità:

  • Da 0 a 500mt – fino a 20Mbps
  • Da 500 a 1km – fino a 10Mbps
  • Da 1 a 2km – fino a 7Mbps
  • Da 2 a 3km – fino a 4Mbps
  • Oltre 3km – fino a 2Mbps

L’attenuazione parte a 0db in centrale ed aumenta di circa 2,5db per km. A 1,5km dalla centrale siamo intorno ai 40db. Sopra i 50db la linea potrebbe dare segni di instabilità.

Il margine di rumore parte a 30db in centrale e cala con l’aumentare della distanza.

I limiti della rete

La rete telefonica è un’infrastruttura pensata e realizzata in tempi in cui la banda larga ancora non esisteva. Negli anni si è evoluta e molte implementazioni sono state fatte per poter supportare le connessioni di nuova generazione.

Ci sono alcuni casi particolari in cui la struttura stessa della rete limita le possibilità di sfruttare queste nuove tecnologie. A volte quando la tua linea dati è lenta, instabile o addirittura assente, il problema è legato ad un limite dell’infrastruttura.

Rete telefonica classica

Per le linee Adsl e soprattutto Fibra Vdsl (fttcab), alcuni tratti speciali di rete influiscono molto su performance e stabilità. Le tipologie di rete che più influiscono sul buon funzionamento di una linea dati sono la Rete Rigida e la Rete Derivata.

Rete telefonica con tratto rigido

Per Rete Rigida si intende un collegamento diretto tra centrale e palazzina. La classica struttura della rete, centrale – armadio – box in alcuni punti a volte viene sostituita da un collegamento diretto centrale – box.

Come detto nella guida sulla fibra, le connessioni vdsl presuppongono il collegamento ad un cab ottico posto sull’armadio che si trova in strada. Per i clienti attestati su rete rigida (cavo che non passa per l’armadio) sono stati posizionati degli apparati fibra anche in centrale.

Le linee Fibra su rete rigida sono configurate con un profilo dedicato che eroga il segnale ad una potenza inferiore. Questo perchè di norma devono funzionare su tratti di cavo in rame mediamente più lunghi delle fibre vdsl classiche.

Il problema legato alla rete rigida deriva proprio da queste distanze. Quando il cavo rigido che dalla centrale va al box supera 1km, le linee fibra iniziano a degradare fino ad essere instabili.

Rete telefonica con tratto derivato

Per Rete Derivata si intende un cavo secondario sdoppiato che arriva contemporaneamente su due box diversi. Per capire meglio immagina un ipotetico edificio con due scale, scala A e scala B. L’edificio è servito da un cavo da 30 linee telefoniche.

Nella scala A arrivano le linee da 1 a 10 e nella scala B da 11 a 20

Per fornire un ulteriore ampliamento le restanti 10 linee (da 21 a 30), vengono sdoppiate e portate in entrambe le scale. A seconda delle esigenze possono essere utilizzate sapendo che se la linea 21 è utilizzata nella scala A deve rimanere libera nella B. Questo parallelo comporta una maggiore lunghezza del cavo ed in media delle performance inferiori.

Vedi Anche:  Nuove Offerte WIND

Numero identificativo su box con rete derivata

Quando nel box del tuo palazzo sono presenti linee derivate trovi un’indicazione all’esterno. Sul box dovrebbe essere indicato il numero dell’armadio e sotto le linee che arrivano, indicate come decadi. Quando di fianco al numero della decade si trova un punto significa che quelle 10 linee sono derivate.

Ottimizzare l’impianto interno

Come abbiamo detto nella guida dedicata l’impianto di casa inizia nel punto di ingresso della linea dall’esterno. Cerchiamo di evidenziare alcuni aspetti dell’impianto che spesso sono causa di rallentamenti e guasti:

Evitare interferenze fonia/dati

Un concetto valido sia per la Fibra che per l’Adsl è che la fonia e i dati devono sempre viaggiare separatamente. Sulle linee adsl questo problema è risolto dai filtri adsl che vanno collegati su ogni presa in cui è presente un telefono.

Sulle linee fibra è necessario invece sezionare l’impianto interno.

Sezionamento impianto interno ottimale per fibra fttcab

Quando la fonia entra in contatto con i dati, l’arrivo della tensione di chiamata e lo sgancio del ricevitore genereranno un disturbo elettrico. Questo disturbo è la causa della caduta della linea dati, che nella fibra comporta anche una caduta della fonia (voip)

Impianto d’allarme

I guasti adsl impattano anche sulla sicurezza dal momento che molti sistemi di allarme sono associati alla linea ADSL con il combinatore telefonico in fibra ottica. Alcuni impianti d’allarme di vecchia generazione sono dotati di un combinatore telefonico collegato sulla linea di casa.

Questo dispositivo si trova a monte di tutte le prese e di conseguenza disturba sia l’adsl che la fibra.

Impianto con allarme telefonico prima di fibra

Sulle linee fibra poi, con fonia generata dal modem, è sconsigliato l’utilizzo di un combinatore analogico. La soluzione ideale sarebbe quella di dotare l’allarme di un combinatore con scheda gsm.

In ogni caso non è sufficiente disattivarlo perché il degrado permane anche a dispositivo spento. È necessario l’intervento di un tecnico specializzato che separi i dati dalla fonia e reindirizzi solo quest’ultima sul combinatore. Impianto con allarme telefonico ottimizzato dopo attivazione fibra

Prese telefoniche datate

L’ideale sarebbe avere sull’impianto soltanto prese RJ11.  In molti casi anche senza disattivarle non generano alcun disturbo sul modem, a patto di non collegarci nulla.

Le prese Tripolari invece se non sezionate, creano delle interferenze visibili sul grafico di qualità. È importante verificare che al loro interno non siano presenti condensatori, che già sull’adsl creano un degrado importante.

Sebbene siano rare, su alcuni impianti sono ancora presenti delle prese Magic. Sono prese non adatte ne alle linee adsl e tantomeno alla fibra vdsl e sarebbe opportuno sostituirle.

Per la Fibra (fttcab) bisogna specificare che la fonia voip esce dal modem ad una tensione inferiore a quella classica. Di norma sarebbe opportuno non recuperare più di 5 prese telefoniche visto che il sistema potrebbe faticare a gestirle.

 

Promiscuità con l’impianto elettrico

  • I cavi dell’impianto telefonico non dovrebbero mai passare nella stessa tubazione in cui passano dei cavi elettrici.
  • I cavi dell’impianto elettrico generano gravi disturbi sulle linee dati, al punto di causare rallentamenti e cadute di linea.
  • Per avere prestazioni ottimali i due impianti non dovrebbero sbucare nemmeno nella stessa scatola di derivazione.
  • La norma vorrebbe che ci fossero delle scatole di derivazione dedicate soltanto ad antenna e telefono.

I guasti adsl più comuni

Ora proviamo ad analizzare alcuni dei guasti che capitano più frequentemente, cercando di individuarne la causa più probabile.

Linea ko dopo passaggio a Fibra

Può capitare quando si passa da adsl a fibra, di solito nei casi in cui il passaggio non prevede l’intervento in casa di un tecnico. Dapprima si richiede un passaggio a fibra e si attende la consegna a domicilio del modem compatibile (nei casi in cui è necessario).

Arriva un avviso che il passaggio è stato effettuato, si installa il nuovo modem e ci si accorge che la linea è assente.

Da cosa può dipendere?

In fase commerciale viene fatta una verifica sulla vendibilità del servizio partendo dal numero che attualmente è adsl. Come spiegato in questa guida, se si è connessi su rete rigida la Fibra può essere attivata, quindi la verifica sarà positiva.

Purtroppo quello che a volte non viene verificato è la lunghezza del tratto rigido. Quando questo tratto supera 1,5km spesso la Fibra non riesce nemmeno ad allinearsi. Solo dopo l’intervento di un tecnico di rete viene ufficialmente sancita l’inesercibilità del servizio e la palla ritorna al commerciale.

C’è una soluzione?

Di sicuro puoi provare a verificare il box telefonico del tuo palazzo, come ti abbiamo spiegato in questo articolo e nella guida sulla rete telefonica. Inoltre, ora che sai come funziona la rete puoi chiedere informazioni prima di acquistare il servizio. Se hai dubbi o vuoi solo un consiglio non devi fare altro che iscriverti alla nostra newsletter 🙂

Instabilità dopo passaggio a Fibra

Nel passaggio da una linea adsl ad una fibra, si può verificare un problema di instabilità. L’adsl funzionava normalmente e dopo la trasformazione in fibra, ti accorgi che spesso la linea cade e le performance sono discontinue.

Vedi Anche:  Impianto Fibra Ottica Connessione Stabile

Da cosa può dipendere?

Sul tuo impianto c’era un degrado anche in precedenza, solo che con l’adsl non te ne eri mai accorto. Le Fibra vdsl raggiungono velocità fino a 10 volte superiori ad una adsl, di conseguenza risentono delle interferenze in modo molto più evidente.

Un impianto non correttamente sezionato per esempio, può far si che la fonia interferisca con l’allineamento del modem fibra.

C’è una soluzione?

Tanto per iniziare puoi verificare che sulle prese di casa non sia rimasto collegato nessun telefono. Inoltre puoi provare a capire com’è fatto il tuo impianto ed a separare la presa su cui colleghi il modem dalle altre.

Linea molto lenta

Dopo l’attivazione della tua linea, fibra o adsl, ti accorgi che la velocità è inferiore a quella attesa.

Da cosa può dipendere?

Per le linee dati, la distanza dalla sorgente del segnale è l’elemento che più influisce sulle performance finali. Ovviamente se hai attivato una fibra 100mb e facendo dei test rilevi una velocità di 45mb, potresti pensare che la linea sia guasta.

In realtà spesso non è così, semplicemente sei più distante della media dal cab e quei 45mb sono la massima velocità raggiungibile. Quando la linea è veramente guasta, la lentezza è sempre accompagnata da discontinuità o perdite di allineamento.

C’è una soluzione?

Ovviamente la lunghezza del cavo che collega il tuo edificio al cab non è una cosa che puoi modificare. Quello che puoi fare però è utilizzare le informazioni che trovi su questo sito per capire se la “lentezza” che riscontri è legata o no alla distanza.

Guasti linea telefonica e guasti adsl: consigli

Sicuramente la cosa migliore da fare è chiamare il numero di assistenza del tuo gestore telefonico e chiedere l’intervento di un tecnico. Forse hai un problema di allineamento del modem.

Puoi comunque fare alcune verifiche in modo tale da poter subito riferire al tecnico le cose che hai riscontrato. Ecco cosa fare e quali verifiche fare sul modem fornito dal gestore telefonico.

  • Spegni e riaccendi il modem. Spesso questa mossa basta a risolvere il problema, magari il software interno al modem si è impallato e si sistema con lo spegnimento e riaccensione.
  • Non funziona? Allora prova a collegarlo ad altro telefono.
  • Non va neanche dopo questa prova? Allora collegati da remoto con il computer alla pagina admin del modem e fai una verifica dello stato. Forse ci sono delle segnalazioni che ti possono aiutare a capire la natura del problema.

Controlla anche il voltaggio della linea telefonica, un eccesso di tensione o un calo di tensione potrebbe aver mandato il tilt l’apparato.

Cos’è il Golden modem VDSL e il Golden modem fibra

Sono dei strumenti o tester adsl creati appositamente per la manutenzione delle linee ADSL e servono per verificarne lo stato e rilevare eventuali problemi.

Adsl linea elettrica

Ci sono alcune situazioni come quella dei condomini in cui vi è una presenza di reti wi-fi diverse (immagina un condominio con 100 famiglie) o negli alberghi dove tutti i residenti sfruttano la stessa linea, in cui probabilmente i problemi sono dietro l’angolo. Come risolvere? Sfruttando la rete elettrica.

In tal caso si usa un repeater o un powerline. Sono degli adattatori che si collegano al modem adsl o fibra e alle prese elettriche. Il vantaggio notevole è che ci permettono di estendere la rete wi-fi e distribuiscono il segnale internet in modo migliore.

Consiglio ADSL casa

SE cade la linea ADSL puoi fare quanto segue:

  • Controlla i filtri adsl: potrebbero essere guasti o del tutto assenti. I filtri sono importanti per rendere l’allineamento adsl stabile. Puoi acquistarli su Amazon o nei negozi dedicati senza spendere una fortuna.
  • Controlla i cavi, le ciabatte e le periferiche: ognuno di questi componenti deve essere integro. Cavi eccessivamente lunghi o le ciabatte elettriche troppo cariche potrebbero provocare problemi al modem.
  • Controlla le impostazioni di disconnessione automatica dopo un certo periodo di inattività. Devi disattivare l’opzione automatica che fa spegnere e cadere la linea adsl.
  • Verifica il segnale wi-fi: spesso il segnale wi-fi è debole. Questo avviene quando si è troppo distanti dal modem. Altre volte il problema è quello di una eccessiva schermatura. In entrambi casi il problema non deriva dalla rete Adsl ma dal Wireless.
  • Modem mal configurato: il modem ha dei parametri di configurazione molto precisi da rispettare. Quindi controllate che siano tutti in linea con la documentazione tecnica che vi è stata fornita dal gestore e con il libretto di istruzioni. Se non siete proprio smart e smanettoni sarà il caso di contattare un tecnico.
  • Esiste sempre il numero verde!! Sembra banale ricordarlo ma tutti i gestori telefonici e provider di adsl e fibra ottica sono dotati di un numero verde o di un numero per l’assistenza clienti. Chiamateli perché spesso queste verifiche le fate insieme all’operatore che vi guiderà verso la soluzione del problema o vi invierà un tecnico per risolverlo

Grazie per aver letto questo articolo, speriamo di averti fornito delle informazioni utili.

Se vuoi condividerlo sui social puoi usare i pulsanti sulla sinistra.

Se vuoi seguirci e rimanere sempre aggiornato puoi farlo quì sotto.

In entrambi i casi ne saremo felicissimi 🙂

A Presto.

 

 

Chiudi il menu